Iscriviti
Garden Club

Settembre 2016 Giardino Giusti a Verona indietro

Settembre 2016                                                                 Giardino Giusti a Verona

 

Sempre devi avere in mente Itaca raggiungerla sia il pensiero costante. Soprattutto, non affrettare
il viaggio; fa che duri a lungo, per anni, e che da vecchio metta piede sull’isola, tu, ricco dei tesori
accumulati per strada senza aspettarti ricchezze da Itaca. Itaca ti ha dato il bel viaggio, senza di lei
mai ti saresti messo sulla strada: che cos’altro ti aspetti?
                                                                          (Kostantin Kavafis, Itaca)

 

Ben noto per natura, arte ed anche storia è questo giardino, omaggiato dalla visita di Mozart, all’epoca di un suo viaggio in Italia, e di Goethe, pensosamente deliziato all’ombra di un possente cipresso, albero che a tutt’oggi (ancora) lo ricorda.
Ma si bearono di quest’armonia fluida e silenziosa, per lo sguardo nel complesso un vero tocco di eleganza, anche gli aristocratici occhi di Cosimo de’Medici, di re Carlo Felice di Savoia, dell’imperatore Giuseppe II e dello zar Alessandro I.
E’ un giardino il cui fascino si conserva ancora inalterato nonostante l’usura del tempo, come testimonia
l’afflusso di trentamila visitatori l’anno.
Nel Quattrocento una famiglia patrizia toscana, quella dei Giusti, si trasferì in Verona. A metà del secolo successivo il conte Agostino Giusti ,cavaliere della Repubblica veneta e Gentiluomo del Granducato di
Toscana ,commissionò ad un architetto, il cui nome resta ignoto, la sistemazione del giardino ubicato nel retro
della Villa, giardino che fino a quel dì ospitava coltivazioni di erbe officinali, ortaggi ed alberi da frutto.
L’obiettivo era quello di creare un Boboli veneto, all’interno di una villa patrizia.
Ne sortì uno dei più significativi esempi di parco rinascimentale, nel più puro stile dell’Umanesimo, scandito da intrecci geometrici ,spazi ben calibrati, abbinamenti di fontane e statue mitologiche, sui quali amabilmente incombe una terrazza- belvedere che consente la visione di un’incantevole panorama di Verona.

Rita Farneti
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

Scoprile

Giovedì,22 Marzo 2018

Ceylon, l'isola delle spezie e del te-di M.Giorgioni

Alle ore 16.30 presso l’Ostello Galletti Abbiosi, via di Roma n.140 (angolo via Mariani), in collaborazione con CIF (Centro Italiano Femminile),incontro sul tema: "Ceylon, l’isola delle spezie e del te". a cura di Maurizio Giorgioni...

Leggi