Iscriviti
Garden Club

Febbraio 2018 Il castello di Varignana indietro

Febbraio 2018                                                                                       Il castello di Varignana

 

Andare sulla luna, non è poi così lontano.
Il viaggio più lontano è quello all'interno di noi stessi
.

                                             (Anais Nin)
 

Nello scenario della campagna emiliana facciamo la conoscenza di quello che viene chiamato castello di Varignana, una villa del XVIII^ secolo, restituita al primitivo splendore, a pochi chilometri da Bologna.
Costruzione di antichissima storia, con 30 ettari di terreno attorno. Ordinati, come all’interno di una scacchiera , spazi verdi, parchi, fonti d’acqua, olivi, un trionfo di salvia e ramerino. Scansione armonica di muretti, terrazze, scale, fontane e una maestosa piscina. Nel giardino l’elemento agreste e l’indicazione formale, suggerita nella tecnica ,sanno combinarsi quasi spontaneamente.
Le numerose querce, circa un centinaio di 76 specie diverse, danno testimonianza di un patrimonio arboreo davvero significativo.
E’ un piccolo borgo raffinato, immerso nel silenzio di una mattinata domenicale. Elegantissimi gli interni.
Nascosta sotto lo scalino del portone centrale una coccinella sembra augurarci buona fortuna.
Accanto una minuscola chiesetta. Sulla parete sinistra un’originale tela accoglie i simboli dei quattro Evangelisti, ma anche i segni dello zodiaco insieme ai nomi dei santi scanditi su 365 giorni. Una minuzia incredibile! Sullo spiazzo antistante l’ingresso i fiori del calycanthus intercettano una combriccola di pratoline, addossate al tronco di un albero. Sembrano quasi comari in un candido chiacchiericcio.
Si respira d’antico, in ricordo dell’ancor più vetusto insediamento di Claterna. Ne è testimone un mosaico policromo, proveniente da una domus di età imperiale, sapientemente alloggiato all’interno del Resort, ben illuminato e adeguatamente protetto.
Realizzato in tessere di pietra bianca d’Istria, nera di Pistoia e lapidei di vari colori, il mosaico policromo mostra seducente bellezza e raffinata fattura.
La composizione di questo pavimento, rinvenuto nel 1898 e solo in parte distaccato nel 1933, costituisce una delle più vivide espressioni dell’alto tenore di vita raggiunto da Claterna in età augustea.
Sarà esposto presso il Palazzo di Varignana fino al 30 giugno 2018, visibile nella prima e terza domenica del mese, prima di rientrare nei depositi del Museo Civico Archeologico di Bologna.

All’uscita ci saluta una frase attribuita ad Arnold Schwarzenegger, che recita “start wide, expand further and never look back “.
Più modestamente nell’italica lingua interpreto che l’avere un grande progetto - e saperlo rendere ancora più grande- impegna così tanto da non avere tempo per guardarsi indietro!

Rita Farneti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

Scoprile

Martedì,1 Ottobre 2019

ABOCA - La buona salute

Martedì 1 ottobre alle ore 17.00 presso la Casa Matha, ABOCA e GARDEN CLUB RAVENNA presentano il libro del prof.Pier Luigi Rossi "La buona salute (Il giusto cibo per un corpo nuovo)"

Leggi