Iscriviti
Garden Club

Il volo degli aquiloni indietro

12 aprile 2014
BENVENUTA PRIMAVERA . VOLANO NOTE E AQUILONI                                             
di Laura Montanari

Un pomeriggio allegro, ben riuscito. Gli aquiloni e i bambini sono stati i protagonisti, il resto è ruotato attorno a loro.
Da uno scatolone portato da Ines e Lelio del Garden Club, sono spuntate decine di aquiloni, come dal cappello di un mago, di varie forme e colori, che i bambini , con le loro manine curiose e impazienti, hanno rimescolato per scegliere il preferito. Qualche manovra di preparazione, qualche consiglio e poi...via, di corsa sulla duna di sabbia, che ancora protegge i Bagni dalla prepotenza del mare, a lanciare nel cielo i vivaci “uccelli di carta”. Che volavano, sì, volavano alti perché soffiava un vento fresco e leggero, non sgarbato, e i bambini man mano diventavano sempre più abili, in gara fra di loro, e lanciavano gridolini di soddisfazione.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


C’è stato anche il tempo per dedicare un omaggio poetico-letterario agli aquiloni, apprezzato soprattutto dagli adulti presenti che non si sono cimentati nella gara, genitori e soci del Garden Club. L’indimenticabile poesia del Pascoli, l’Aquilone, in binomio con la deliziosa poesia dialettale di Aldo Spallicci, E’ bacalà, hanno espresso con le parole le emozioni della danza aerea degli aquiloni, che può diventare anche sfida agguerrita, guerra addirittura, come tra i bambini di Kabul, nel tradizionale torneo invernale: la lettura di alcune pagine da “Il cacciatore di aquiloni” ha ricordato che, anche in un Paese martoriato dalla guerra i bambini hanno pur diritto di giocare.

 
 

  


                                             

 
 
 
 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Il laboratorio di costruzione di aquiloni “faidaté”, condotto dalle mani esperte di Paolo Grilli, ha attirato i bambini più grandicelli, che hanno visto, chiesto, aiutato, finché si è potuto lanciare alto anche il grande aquilone appena...”sfornato”.

 
 
 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Gianna, guida del Comitato AcqueTerre, ha invitato ad una passeggiata esplorativa sulla duna che affianca il Bagno Carolina, portando l’attenzione sulla funzione delle dune costiere, purtroppo nel tempo erose soprattutto per via degli insediamenti balneari. Non essendo la primavera ancora nel pieno, non si è potuta osservare al meglio la fioritura delle piante pioniere, ma la lezione di Gianna ha comunque fornito interessanti informazioni sull’evoluzione stagionale della vegetazione delle dune.
A rendere ancor più gradevole il clima del pomeriggio...la musica! un repertorio di brani e canzoni dai ritmi ora allegri ora pacati. “In volo” dunque anche le note, dalla chitarra acustica di Luca e dalla voce modulata di Baye, i due ragazzi del gruppo “Woye of World”.

 
 
 
 

 

 

 

 

 

 

 

 


E, dulcis in fundo!, l’appetitosa merenda offerta a tutti i bambini, ma non solo, da Danilo e Barbara, i gestori del Bagno Carolina, che hanno dimostrato disponibilità e gentilezza.
La sinergia tra Garden Club, Comitato AcqueTerre e Bagno Carolina ha dunque regalato un bel “benvenuto” alla primavera!


 

Scoprile

Martedì,31 Marzo 2020

Buone Feste

I nostri migliori auguri di Buone Feste e di un Sereno 2020

Leggi